L’OGGETTO DI STUDIO


La scienza del buon governo, al contrario di altre discipline, il cui oggetto di studio non sempre è ben delimitato, indica con precisione tutte le tematiche di cui si occupa, arrivando addirittura a proporne un elenco. Esse si possono dividere in: tematiche economiche e tematiche sociopolitiche. Per le prime, chiaramente, la sbg si serve delle conoscenze offerte dall’economia politica e dalla politica economica. Per le seconde, oltre che sulla ricerca, si basa sui saperi offerti dalla scienza politica, dalla sociologia e dalle altre scienze sociali. Una cosa, però, deve essere chiara fin d’ora: la scienza del buon governo (sbg) rifugge da discorsi fumosi, si tiene lontana dalle dissertazioni filosofiche, dalle teorie politiche, dalla politica fatta con gli slogan ecc. e si interessa solo di problemi veri, dalla microcriminalità, alla mancanza di lavoro, all’immigrazione, al sistema pensionistico ecc.. Tutte tematiche, che, per la prima volta, diventano l’oggetto principale di studio di una scienza.
Gianni Gargione

Alcune Notizie dalla Pagina Facebook di E-Book Gratuiti Per Te

lunedì novembre 19th, 2018 - 11:44 am

Free E-Book & edizioni web gratis

André Derain, Charing Cross Bridge, London, 1906

https://www.indiegogo.com/projects/2014-public-funding-for-berfrois
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

domenica novembre 18th, 2018 - 11:45 am

Free E-Book & edizioni web gratis

Amalfi nel verde di Giugno. Olio su tela di cotone, 20x30 cm. Foto da un antico cellulare. Il dipinto deve essiccare...
Amalfi in the green of June. Oil on cotton canvas, 20x30 cm. Picture by ancient cellphone. Painting must desiccate...
#arte #arts #pittura #painting #olio #oil #paesaggio #landscape #Amalfi

http://ebookgratuitiperte.altervista.org/arte-arts-pittura-painting/
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

sabato novembre 17th, 2018 - 11:57 am

Free E-Book & edizioni web gratis

Brigitte Bardot and Pablo Picasso, Cannes, 1956 ... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

giovedì novembre 15th, 2018 - 11:16 am

Free E-Book & edizioni web gratis

" Io devo ai fiori l'esser diventato pittore. Forse é così."
C. #Monet in una foto storica del 1923

www.ArtsLife.com
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

mercoledì novembre 14th, 2018 - 11:12 am

Free E-Book & edizioni web gratis

Il pittore Claude #Monet nasce a Parigi il 14 novembre del 1840.

Sarà una sua opera "Impresion. Soleil levant" a ispirare un critico del "Charivari" il termine #impressionismo che darà il nome al movimento.

Tra le sue opere ricordiamo: “Colazione sull'erba “, "I papaveri", "La passeggiata" e "Lo stagno delle ninfee, armonia verde”.

(Impresion. Soleil levant, 1872)
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

lunedì novembre 12th, 2018 - 9:30 am

Free E-Book & edizioni web gratis

E' così: chi la dura, la vince! Chi si ferma, è perduto!O homem mais rico do mundo, Jeff Bezos, no seu escritório, em 1999. ... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

domenica novembre 11th, 2018 - 9:04 am

Free E-Book & edizioni web gratis

Thanks I fucking love science for the image! ... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

sabato novembre 10th, 2018 - 4:34 pm

Free E-Book & edizioni web gratis

John Travolta e Sylvester Stallone entrano allo Studio 54, epica discoteca di Manhattan.
Stati Uniti, 1979
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

sabato novembre 10th, 2018 - 10:18 am

Free E-Book & edizioni web gratis

Ai fiori preferiamo i colori😍

FILA Fabbrica Italiana Lapis ed Affini
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

giovedì novembre 8th, 2018 - 3:45 pm

Free E-Book & edizioni web gratis

🇮🇹 ️www.presidenzialismo.org 🇮🇹️ ... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

mercoledì novembre 7th, 2018 - 6:13 pm

Free E-Book & edizioni web gratis

Dalle mie reminiscenze neoclassiche...[Ovidio, Metamorfosi, X, 243-297, Galatea e Pigmalione]
«Pigmalione aveva visto le Propetidi vivere questa loro
vita colpevole e, indignato dai difetti di cui
la natura aveva abbondantemente dotato la donna, aveva
rinunciato a sposarsi e passava la sua vita da celibe,
dormendo da solo nel suo letto. Grazie però alla
felice ispirazione dettatagli dal suo talento artistico,
scolpì in candido avorio una figura femminile di bellezza
superiore a quella di qualsiasi donna vivente e
si innamorò della sua opera.
Questa aveva l'aspetto di una fanciulla vera,
tanto che la si sarebbe creduta viva e desiderosa di
muoversi, se non l'avesse impacciata il pudore. L'arte
era tanto grande da non apparire addirittura. Pigmalione
stesso è preso dall'immagine di quel corpo e
contemplandolo concepisce una passione ardente.
Spesso allunga le mani verso la sua opera per accertarsi
se si tratti di carne o di avorio e nemmeno
dopo il contatto ammette che sia avorio. La bacia e
gli sembra di essere baciato, le parla, la stringe e crede
che le sue dita affondino nelle membra che tocca:
teme perfino che per la pressione spuntino dei lividi
sulla pelle. E la colma di tenerezze, e le porta
quei doni che le fanciulle amano: conchiglie, sassolini
levigati, piccoli uccelli, fiori variopinti, gigli, palle
colorate e gocce d'ambra dall'albero delle Eliadi. Le
mette anche addosso dei bei vestiti, le infila anelli
alle dita e lunghe collane intorno al collo; pendono
dalle orecchie perle leggere, dal petto catenelle.
Tutto le sta bene: però nuda non appare meno bella. Il
giovane la depone su tappeti tinti con la porpora Sidonia,
la chiama sua amante, le fa appoggiare la testa
su morbidi cuscini di piume,
come se lei se ne rendesse conto.
E viene il giorno della festa di Venere, frequentatissima
da tutta la gente di Cipro: cadono, colpite
alla nuca, giovenche candide come la neve, con
le corna ricurve rivestite d'oro; fumano gli incensi, e
anche Pigmalione porta il suo dono agli altari, davanti
a cui si ferma sussurrando timidamente: "O dèi,
se è vero che voi potete concedere tutto, io ho
un desiderio: vorrei che fosse mia sposa..." e non osa
dire "la fanciulla d'avorio" ma dice "una donna simile
a quella d'avorio!".
L'aurea Venere, che è presente in persona alla sua festa,
percepisce il significato reale di questa supplica
ed ecco che la fiamma, interprete della benevolenza
della dea, tre volte si riaccende e guizza verso l'alto.
Pigmalione, non appena torna a casa, si reca
dalla statua della sua fanciulla e sdraiandosi sul letto
accanto a lei, prende a baciarla: gli sembra di incontrare
qualcosa di tiepido. Di nuovo accosta la bocca e
le tocca il petto con le mani: al tocco l'avorio si ammorbidisce, deponendo la sua rigidità; cede sotto le
dita come la cera dell'Imetto si fa morbida al
sole e, lavorata dal pollice, assume varie forme e rende
di più quanto più la si usa.
Il giovane resta attonito, quasi si lascia andare alla
gioia, ma teme di ingannarsi: pieno d'amore torna a
toccare più e più volte l'oggetto dei suoi desideri: è
proprio un corpo vivo!
Le vene pulsano sotto la pressione del pollice.
Allora sì che il giovane di Pafo trabocca di gratitudine
e cerca le parole per esprimerla a Venere!
Finalmente preme le sue labbra su una bocca vera e dà
dei baci che la fanciulla sente: arrossendo ella leva
timidamente verso di lui lo sguardo e ai suoi occhi
appare contemporaneamente la visione del cielo e
quella dell’uomo che l'ama.
La dea presenzia al matrimonio di cui è stata
artefice. Dopo che per nove volte la luna ebbe congiunto
le sue corna a completare il cerchio, la sposa
generò Pafo, da cui l'isola ha preso il nome.»

#SPQROfficial
... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

mercoledì novembre 7th, 2018 - 3:46 pm

Free E-Book & edizioni web gratis

CERCATE TUTTO SULLA PAGINA E SUL MIO PROFILO... 👨‍🎨👨‍🎨👨‍🎨🇮🇹️✍️ ... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

mercoledì novembre 7th, 2018 - 3:11 pm

Free E-Book & edizioni web gratis

🇮🇹 ️www.presidenzialismo.org 🇮🇹️ ... Vedi oltre...Vedi di meno

Vai a vedere il post --->

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*